09 Luglio 2024

Come pianificare un viaggio in auto elettrica

Car 6603726 1280

Indice

  • Quanto costa ricaricare un’auto elettrica
  • Organizzare un viaggio in auto elettrica, considera la distanza e le soste
  • Autonomia delle vetture elettriche
  • Metodi di ricarica

Con la diffusione delle auto elettriche il tema della pianificazione del viaggio è diventato un argomento sempre più affrontato.

Nonostante la rete di ricarica per auto elettriche, in Italia e in Europa, sia sempre più capillare, per evitare imprevisti, soprattutto in caso di viaggi lunghi, è bene programmare le tappe del proprio itinerario in maniera efficace, tramite una pianificazione attenta del percorso, facendo attenzione alle ubicazioni dei punti di ricarica e ai costi totali. 

Ad oggi la rete di ricarica Powy conta centinaia di punti di ricarica, tra Italia e Spagna, installati soprattutto in aree strategiche, come Centri Commerciali e GDO, strutture ricettive e parcheggi pubblici e privati.

Quanto costa ricaricare un’auto elettrica?

I costi della ricarica possono variare notevolmente a seconda del tipo di punto di ricarica e del fornitore di energia. Prima di partire, è essenziale valutare i costi della ricarica lungo il proprio percorso e cercare di pianificare le soste in punti di ricarica con tariffe convenienti. 

Le tariffe per la ricarica delle auto elettriche variano da Paese in Paese. Per esempio, secondo i dati riportati da Motus-e, in Italia la tariffa media di ricarica domestica è di 0,30 € per kWh. Mentre, secondo Motor EL PAÍS, in Spagna il costo per una ricarica a casa può variare da 0,04 € a 0,25 € per kWh. I punti di ricarica pubblici invece possono addebitare tariffe più elevate, si verifica soprattutto quando si tratta di stazioni di ricarica veloce, mentre alcuni punti di ricarica offrono tariffe ridotte per i clienti abbonati oppure la ricarica gratuita.

Pianificare un viaggio in auto elettrica richiede qualche accorgimento in più rispetto a un viaggio in auto a combustibile tradizionale, ma con l’adeguata organizzazione ci si può godere un viaggio senza problemi.

Organizzare un viaggio in auto elettrica, considera la distanza e le soste

Quando si pianifica un viaggio in auto elettrica, è importante programmare attentamente le soste nelle stazioni di ricarica lungo il percorso. Bisogna suddividere il viaggio in tappe ragionevoli, tenendo conto dell’autonomia del proprio veicolo e della frequenza dei punti di ricarica lungo il tragitto. 

Inoltre, se si prevede di pernottare durante il viaggio, è vantaggioso pianificare la ricarica durante la notte presso la struttura. Nel settore dell’hospitality, noi di Powy, offriamo soluzioni di ricarica all’avanguardia e personalizzate, che permettono di migliorare l’esperienza degli ospiti  

La ricarica notturna può essere più conveniente rispetto alla ricarica durante il giorno presso i punti di ricarica pubblici, e inoltre consente di partire con la batteria completamente carica al mattino seguente.

Se c’è la necessità di ricaricare rapidamente l’auto elettrica durante il viaggio, è necessario recarsi nei punti di ricarica con opzioni di ricarica rapida che ricaricano l’auto in pochi minuti anziché ore. Tuttavia, come anticipato precedentemente, la ricarica rapida può essere più costosa rispetto alla ricarica standard, quindi è essenziale valutare attentamente le opzioni disponibili.

Autonomia delle vetture elettriche

Si deve considerare che solitamente le auto elettriche raggiungono tra i 300 e i 600 km di autonomia, similmente alla maggior parte delle auto a combustibile che operano nel range di 500-600 km. La variazione di percorrenza è influenzata dalle dimensioni della batteria, dalla temperatura e dalle condizioni esterne.

Studi condotti in Norvegia stimano che le basse temperature possono ridurre l’autonomia delle auto elettriche fino al 18,5% poiché la batteria utilizza energia per il riscaldamento. Sul lato opposto, in condizioni di caldo, l’uso dell’aria condizionata può sottrarre il 17% della portata totale.

Tuttavia, resta comunque molta autonomia per raggiungere la propria destinazione ed è possibile mitigare la perdita di autonomia con alcuni accorgimenti. Per esempio, optare per un parcheggio al coperto per proteggere la batteria dal freddo, oppure preriscaldare l’auto mentre è collegata all’alimentazione per conservare l’energia.

Metodi di ricarica

Nell’era della mobilità elettrica, la varietà dei metodi di ricarica è fondamentale per soddisfare le diverse esigenze degli utenti. Le infrastrutture di ricarica, che spaziano dalle colonnine domestiche alle stazioni ultra-rapide, sono il pilastro di questa transizione.

Powy da anni installa e gestisce infrastrutture di ricarica per diversi attori, offrendo soluzioni avanzate per pubbliche amministrazioni, GDO, hospitality, parcheggi, flotte aziendali e non solo.

Le infrastrutture di ricarica si differenziano per potenza e velocità di ricarica:

  • Ricarica “Slow” fino a 7,4 kW: Ideale per parcheggi a lunga sosta e aree residenziali, offre una ricarica lenta ma costante, adatta soprattutto alle soste notturne.
  • Ricarica “Quick” fino a 22 kW: Perfetta per hotel e centri commerciali, permette una ricarica più veloce durante soste di media durata.
  • Ricarica “Fast” fino a 100 kW: Adatta a stazioni di servizio autostradali, flotte aziendali e non solo. Riduce significativamente i tempi di ricarica.
  • Ricarica “Super-fast” fino a 150 kW: Ideale per nodi di trasporto ad alto traffico, consente ricariche molto rapide.
  • Ricarica “Ultra-fast” oltre i 150 kW: Il top della ricarica rapida, minimizza i tempi di attesa, perfetta per lunghi viaggi e aree ad alto traffico.

Per garantire la massima efficienza, Powy si affida a infrastrutture di eccellenza dotate di connettori standardizzati:

  • Type 2 (Mennekes): per la ricarica AC fino a 22 kW, il connettore più diffuso in Europa.
  • CHAdeMO: per la ricarica DC rapida fino a 100 kW, comunemente utilizzato dai veicoli di produzione asiatica.
  • CCS (Combined Charging System): supporta sia la ricarica AC che DC, inclusa l’opzione “Ultra-fast” oltre i 150 kW, e si sta affermando come lo standard principale in futuro.

Per agevolare il processo di ricarica dei veicoli elettrici, sono disponibili diversi metodi pratici e innovativi. Le nostre colonnine di ricarica Powy possono essere localizzate e utilizzate dagli utenti, in modo semplice ed efficiente, tramite la maggior parte delle app di ricarica presenti sul mercato.

Vi è anche un’alternativa rapida e comoda per avviare la ricarica senza bisogno di scaricare un’applicazione mobile: la tessera RFID; allo stesso modo, Powy e altri operatori offrono la possibilità di effettuare il pagamento diretto attraverso QR code. Esso consente di ricaricare senza scaricare app o registrarsi a un servizio: basta scannerizzare il QR code accanto alla presa desiderata e inserire i dati del metodo di pagamento per avviare immediatamente la ricarica. Questi metodi diversificati assicurano che ogni utente possa trovare l’opzione più adatta alle proprie esigenze e preferenze.

Conclusioni

In conclusione, l’ascesa delle auto elettriche rappresenta un passo significativo verso un futuro più sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Questi veicoli incarnano l’innovazione nel design e nella tecnologia dei trasporti, ma potrebbero necessitare un approccio oculato alla pianificazione dei viaggi più lunghi, con particolare attenzione alla localizzazione dei punti di ricarica e ai costi associati.

Noi di Powy ci impegniamo a rendere questo futuro più accessibile, offrendo una rete capillare di stazioni di ricarica posizionate strategicamente per facilitare la vita degli automobilisti elettrici. Che si tratti di fare la spesa, soggiornare in un hotel o semplicemente parcheggiare in città, Powy assicura che la ricarica del veicolo sia sempre a portata di mano.

I costi di ricarica variano a seconda del luogo e del tipo di stazione, ma con una pianificazione adeguata, è possibile ottimizzare le spese e godersi un viaggio senza intoppi. L’autonomia delle auto elettriche, insieme alla crescente efficienza delle batterie, garantisce che la destinazione sia sempre raggiungibile.

L’era della mobilità elettrica è arrivata e, con aziende come Powy che guidano il settore della ricarica, il futuro della mobilità promette di essere eccitante, efficiente e, soprattutto, sostenibile.